TERAMO. L’università di Teramo partecipa oggi all’Unistem day, «L’infinito viaggio della ricerca scientifica» alla sua 16ª edizione. L’iniziativa è organizzata a livello centrale dalla docente della Statale di Milano e senatrice a vita Elena Cattaneo con il team di UniStem – il Centro di ricerca sulle cellule staminali dell’università di Milano – ed è coordinata in città da Natalia Battista e Cinzia Rapino del dipartimento di Bioscienze. Alle 9 atenei e centri di ricerca in tutto il mondo avvieranno in contemporanea il più grande evento europeo di divulgazione scientifica per parlare di scienza e cellule staminali insieme agli studenti delle scuole superiori che potranno scoprire che «la ricerca scientifica è divertente e favorisce relazioni personali e sociali costruite sulle prove, sul coraggio e sull’integrità».
L’evento in aula magna si aprirà con i saluti del rettore Dino Mastrocola. Seguiranno la proiezione del video “Stem cells Spotlight” a cura del dottorando di ricerca Adrian Cervero Varona e gli interventi di Valentina Russo dell’università di Teramo dal titolo; “Il futuro delle cellule staminali nella cura del danno tendineo” e Luca Palazzese sempre dell’Ateneo teramano con la relazione: “L’embriologia sperimentale come preservazione della biodiversità”. La mattinata si concluderà con un momento interattivo dal titolo A “spasso” nella giungla del One-Health, un gioco a squadre condotto da Serena Ghezzi, grafico specializzato in disegno scientifico. «Unistem day», spiega Battista, «è un appuntamento immancabile per l’ateneoe per le scuole della regione che partecipano con molto entusiasmo».