SAN SALVO . I carabinieri e gli uomini del Circomare hanno dato vita nel fine settimana a una iniziativa sportiva per combattere le malattie cardiovascolari. «Le malattie cardiovascolari come l’ictus cerebrale e l’infarto del miocardio», spiega l’ex primario all’ospedale San Pio di Vasto, Lucio Del Forno, «sono al primo posto nel mondo per mortalità ed invalidità. Le patologie hanno provocato un aumento vertiginoso dei costi socio sanitari». L’evento ha avuto inizio il 14 e 15 giugno allo stadio di atletica “Mennea” della podistica San Salvo: qui si sono svolte le prove di efficienza fisica in diverse discipline: 3.000 metri di corsa, nuoto in piscina, salto in alto, lancio del peso, corda, salto da fermo. In palio il brevetto tedesco Dsa (Deutsche Sport Abzeichen) che annualmente devono meritare i militari tedeschi.
L’iniziativa è stata organizzata dal maggiore Amedeo Consales, comandante dei carabinieri della compagnia di Vasto con la partecipazione dell’ex primario Del Forno, del comandante del Circomare di Vasto Stefano Varone e di tutti i militari liberi dal servizio (circa 60 carabinieri). Consales e Varone hanno conseguito l’oro, Del Forno l’argento pur avendo preso l’oro nella corsa dei 3.000 metri (sua specialità). «Onore e lode all’Arma dei carabinieri», ha ringraziato Del Forno, «per aver valorizzato il connubio sport e salute. Un grande binomio in aiuto alla prevenzione delle malattie cardiovascolari». (p.c.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA .