ORTONA . Nelle ultime settimane le contrade di Ortona sono state prese di mira dai ladri con furti o tentativi simili, nelle scorse ore è toccato alla comunità di Tollo essere particolarmente esposto all’azione di malviventi. Il sindaco Angelo Radica ha provveduto a comunicare alla cittadinanza di quanto stava avvenendo all’imbrunire di lunedì, quando segnalazioni sono arrivate da più parti del paese, facendo salire il livello di guardia. «Si comunica che da segnalazione di alcuni cittadini sono stati appena avvistati dei ladri in zona Vaccareccia», annunciava Radica.
Uno è andato a segno nelle immediate vicinanze, in via Perruna, dove sono stati portati via orologi, vestiti e oro da un’abitazione. In centro, un residente intorno alle 17.30 di lunedì ha scoperto tre persone che stavano per introdursi nella sua casa. Sono poi scappati tra le campagne vicine. Secondo il racconto, dall’accento sembrerebbe trattarsi di persone straniere. Ieri pomeriggio ladri sono stati segnalati in contrada Macchie. Tra Tollo e Miglianico sono una decina i tentativi di furto e quelli portati a termine nelle ultime settimane.
Anche l’anno scorso, nello stesso periodo, nel piccolo paese dell’Ortonese aumentarono gli episodi di furti nelle case. «I ladri hanno messo a soqquadro alcune case di Tollo anche in orari pomeridiani. Si raccomanda un’attenta vigilanza in tutte le ore della giornata. Stiamo intensificando i controlli e la vigilanza», erano le parole del sindaco nei primissimi giorni di dicembre.
Ma torniamo a quanto accaduto a Ortona durante le ultime settimane: «Nel mese di novembre varie contrade del nostro territorio hanno dovuto fare i conti con i ladri che sono entrati in azione sia nel tardo pomeriggio, tra le 18 e le 19, ma anche nella notte», dicono dal locale gruppo della Destra sociale. «Caldari, San Donato, Rogatti, Villa Torre sono le zone più colpite nelle ultime settimane. Chiediamo anche all’amministrazione comunale di installare impianti di videosorveglianza nelle contrade, qualora sia possibile. Così facendo», dicono dal gruppo politico, «avremmo un ottimo deterrente e un maggiore livello di sicurezza». Ma nel frattempo i carabinieri della compagnia di Ortona monitorano l’intero territorio. (a.s.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA.