CELANO. Chiesa gremita e lacrime per l’ultimo saluto a Valerio Tatarelli, il 18enne di Celano stroncato da una malattia. Lo studente modello dell’Istituto agrario Serpieri di Avezzano, che si batteva contro il bullismo a scuola, lascia il papà Davide, dipendente dello stabilimento LFoundry di Avezzano, mamma Dea, insegnate a Celano, e la sorella minore Giulia. Alle esequie c’erano gli amici della pesca, i compagni di scuola, le insegnanti, i familiari e i conoscenti, tutti straziati dal dolore per la perdita di questo ragazzo buono e gentile strappato troppo presto alla vita che aveva ancora tanti sogni nel cassetto da realizzare.