L’AQUILA. Torneranno a riempire il silenzio della notte, il prossimo 6 aprile, in piazza Duomo, i 309 rintocchi della campana delle Anime Sante. Uno per ogni vittima del sisma che quel terribile giorno di quindici anni fa devastò la città. Risuoneranno nell’ora in cui la furia del terremoto fu massima, alle 3.32, mentre un fascio di luce illuminerà la piazza. A meno di due settimane dal quindicesimo anniversario di quell’orrenda notte, è in via di ultimazione il calendario di appuntamenti che celebrerà il giorno più doloroso per la città. Già da tempo si è messa in moto la macchina organizzativa: il mese scorso, infatti, la giunta comunale ha approvato “l’atto di indirizzo per l’organizzazione delle iniziative di commemorazione della ricorrenza”.
i momenti principali
Questi i momenti principali in calendario: la fiaccolata che nella sera del 5 aprile, dalle 22,30, partirà dal tribunale per attraversare via XX Settembre, tra i cantieri, e raggiungere il parco della Memoria (piazzale Paoli), dove si terrà un momento di riflessione, l’accensione del braciere e lettura dei nomi delle vittime del sisma. Intorno a mezzanotte, il cardinale arcivescovo Giuseppe Petrocchi celebrerà una messa alle Anime Sante, la stessa chiesa che accoglie la cappella della Memoria e da cui alle 3.32 partiranno i 309 rintocchi. Il giorno successivo, alle 11, sempre nella chiesa di Santa Maria del Suffragio, si terrà una messa in ricordo dei bambini scomparsi a causa del terremoto. In giornata è prevista anche la deposizione di una corona di fiori di fronte alla Casa dello studente di via XX Settembre in ricordo di Antonietta Centofanti, tra le aquilane più attive nelle iniziative organizzate per ricordare la tragedia, zia di uno degli studenti morti nel crollo dell’edificio. I principali appuntamenti saranno ripresi anche con una diretta streaming e video. Per l’intera giornata, inoltre, sarà proclamato il lutto cittadino. Negozi, imprese, attività artigianali e altre organizzazioni pubbliche e private saranno invitati a sospendere l’attività lavorativa almeno fino a metà mattinata, mentre le bandiere sui palazzi delle istituzioni resteranno a mezz’asta. Solo nei prossimi giorni, tuttavia, sarà reso noto un calendario ufficiale, nel quale saranno coinvolte anche le istituzioni cittadine, come previsto nello stesso atto di indirizzo. A tale scopo sarà destinata la somma complessiva di 30mila euro. Il settore Progetti speciali per la rinascita si occuperà, secondo lo stesso documento, “dell’allestimento degli spazi di evento e della realizzazione dei servizi di service audio-video-luci, tra cui il fascio di luce blu da posizionare in piazza Duomo; degli allestimenti floreali; della diffusione sui canali social del programma definitivo delle iniziative; della diretta streaming dei principali appuntamenti e dell’acquisto di materiale commemorativo”.