PESCARA. Se fino a oggi il Covid ha limitato «i momenti per stare con la gente», ora il Pd torna tra i pescaresi, con la Festa dell’unità, che tra domani e sabato si svolgerà tra l’auditorium Cerulli e il parco Villa de Riseis. Un appuntamento che torna dopo «vari anni di interruzione» e che vedrà la partecipazione del ministro del Lavoro Andrea Orlando.
«La festa», dice il segretario provinciale Nicola Maiale, «arriva nel momento in cui abbiamo completato l’iter di ricostruzione degli organismi del partito sul territorio, a livello provinciale. Oggi è profondamente riorganizzato e strutturato e questo ci ha consentito un buon risultato elettorale, da Scafa a Spoltore», dice Maiale pensando alle ultime amministrative. «Ora guardiamo alle prossime elezioni politiche e a quelle amministrative e lo facciano puntando a promuovere una larga partecipazione e condivisione, con un gruppo dirigente rinnovato e giovane che pratica l’innovazione, si interfaccia con la società civile, il mondo lavoro, il terzo settore e l’associazionismo». E sottolinea in particolare la volontà di «strutturare sempre più il dialogo con il mondo del lavoro, per noi fondamentale». A proposito di questo, con il ministro Orlando, che sarà alla Festa dell’Unità venerdì alle 21, a Ville De Riseis, «si parlerà di salario minimo, convocando contestualmente la Conferenza delle Lavoratrici e dei lavoratori, un organismo importante del nostro partito», fa notare il segretario regionale Michele Fina.
Il sipario sulla festa, annunciano Maiale e la sua vice, Leila Kechoud, si alzerà domani alle 21 all’Auditorium Cerulli con l’incontro del Comitato per le idee del Pd Abruzzo “Conferenze per il Futuro: Territori per la Pace”, con gli interventi, tra gli altri, di Simone Dal Pozzo (consigliere comunale Guardiagrele), Enzo Di Salvatore (costituzionalista, Università di Teramo), Lunella Cerquoni (dipendente pubblica amministrazione), Victor Matteucci (Senior project manager per la cooperazione internazionale, presidente rete euro-araba Méditer).
Venerdì, prima dell’arrivo del ministro, al Parco de Riseis si ritroveranno le principali articolazioni del Pd di Pescara e provincia: alle 17 ci sarà la riunione della conferenza delle donne democratiche provinciale e alle 18 l’assemblea provinciale. Questo sarà uno dei momenti clou «per analizzare l’esito positivo del voto amministrativo e preparare le prossime tappe», fanno notare il responsabile organizzazione Matteo Chiulli e Valerio Antonio Tiberio. Sabato mattina, al parco, «i circoli della provincia racconteranno le proprie iniziative e proposte e ci si potrà tesserare», annunciano Antonio Caroselli, segretario cittadino e Stefano Alberto Brandimarte, segretario del circolo Di Vittorio. Nel pomeriggio l’evento “Restart Gd” che farà «ritrovare qui a Pescara e confrontare i giovani democratici di Abruzzo, Marche, Umbria, Puglia, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna e Toscana», sottolineano Claudio Mastrangelo, segretario regionale dei Gd e Saverio Gileno, coordinatore della segreteria.