TERAMO. È il giorno del Festival sui pattini. Si svolge oggi, dopo due anni di stop, la manifestazione di pattinaggio artistico organizzata dal gruppo sportivo dilettantistico Aprutino Teramo. L’evento avrà inizio alle 18.30 al palazzetto dello sport di San Nicolò (ingresso libero). Il Festival sui pattini, che celebra l’edizione numero 38, è stato presentato ieri al parco della scienza con il sindaco Gianguido D’Alberto, l’assessore allo sport Sara Falini, il presidente regionale degli sport rotellistici Giovanni Di Eugenio, il delegato provinciale del Coni Italo Canaletti e del responsabile tecnico dell’Aprutino Teramo Donatella Gramenzi. Lo spettacolo si articolerà in due momenti. Nella prima parte, preceduta dal ricordo di Umberto Gramenzi (storico dirigente e fondatore dell’Aprutino Teramo scomparso sette mesi fa), i ragazzi dell’Aprutino interpreteranno una storia incentrata sulle sensazioni della vita insieme alle ballerine di danza classica della scuola “Dietro le quinte” e alla ballerina di danza aerea Cristiana Vagnozzi. Nella seconda parte, invece, è prevista l’esibizione di atleti di fama nazionale e internazionale. Oltre alla Vagnozzi gareggeranno la teramana Ambra Florimbi, portacolori dell’Aprutino Teramo, che ha conquistato la medaglia d’argento al recente campionato del mondo di Buenos Aires nella specialità Precision; Marco Giustino, veterano della nazionale azzurra ed ex campione europeo; Giorgia Di Saverio, Edoardo Giancola, Chiara D’Antonio e Jennifer Di Luzio e le coppie formate da Ilaria Golluscio e Samuele Stasi e Sabina Di Nisio e Stefano Martelli. La serata sarà presentata dalla giornalista Dorotea Mazzetta, mentre contenuti e storytelling sono a cura di Bianca Sortino. Durante la presentazione di ieri il sindaco D’Alberto ha annunciato che a gennaio partiranno i lavori per la sistemazione della pista di pattinaggio dell’Acquaviva. L’intervento, finanziato con i fondi del Pnrr, dovrebbe concludersi a ridosso dell’estate. Il presidente Di Eugenio, dopo aver ricordato la figura di Umberto Gramenzi, ha concluso regalando al sindaco e all’assessore Falini un gagliardetto della federazione.
Gaetano Lombardino