SPOLTORE. Era agli arresti domiciliari e invece, come hanno ricostruito i carabinieri del Nor, sezione Radiomobile, non solo è evaso, ma è andato anche a rubare. È per questo che un 43enne di origine campane è finito in carcere, a San Donato, in esecuzione al provvedimento cautelare emesso dalla Procura di Pescara in base alle risultanze investigative dei carabinieri di Pescara coordinati dal capitano Giovanni Rolando. Sono stati gli stessi militari, ieri pomeriggio, ad arrestarlo.
I reati contestati all’uomo, furto ed evasione, sarebbero stati commessi lo scorso primo luglio quando il 43enne è stato ripreso all’interno di un supermercato di Villa Raspa di Spoltore mentre portava via dagli scaffali sei bottiglie di liquore di diverse marche, senza le placche antitaccheggio, all’interno dello zaino che aveva in spalla. Considerando che era già sottoposto agli arresti domiciliari, con il solo permesso di assentarsi per esigenze personali, ieri è stato arrestato e portato in carcere.