CHIETI . Un bando diretto alle associazioni sportive che stanno dando supporto agli atleti ucraini presenti in Italia a causa della guerra. È l’annuncio fatto dalla sottosegretaria allo sport Valentina Vezzali: «Siamo molto lieti che un’iniziativa partita dal Comune di Chieti diventi una politica governativa a vantaggio dei giovani sportivi ucraini ospitati in Italia in questo speciale momento», hanno detto il sindaco Diego Ferrara, l’assessore allo sport Manuel Pantalone e la consigliera Silvia Di Pasquale. «Riuscire a praticare anche in Italia le discipline amate è importante sia per il loro processo di integrazione, ma è anche un sostegno psicologico per chi si è salvato dalla guerra, ma ha padri, fratelli, parenti che sono rimasti sotto le bombe. Un tale aiuto inoltre solleva molte famiglie abruzzesi che hanno accolto ragazzi e molte madri e li stanno aiutando, a proprie spese, a recuperare una vita il più possibile normale, nonostante la situazione». (a.s.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA .