GUARDIAGRELE. È polemica sui rendiconti comunali di gestione relativi agli anni 2021 e 2022, approvati a maggioranza nel corso dell’ultimo consiglio comunale. «Nel corso dell’assemblea civica», sottolinea il consigliere comunale indipendente Nello Iacovella, «ho formulato sull’argomento una serie di precisi interrogativi ricevendo, però, da parte dell’assessore al Bilancio Pierluigi Dell’Arciprete delle risposte vaghe, assolutamente non esaustive, che mi hanno indotto ad abbandonare l’aula insieme ai consiglieri di minoranza del centrosinistra». Iacovella precisa che per quanto riguarda l’esercizio dell’anno 2021, ricordando che il revisore dei conti ha rilevato gravi irregolarità contabili e anomalie e suggerito misure correttive non adottate dall’ente, ha chiesto all’amministrazione quali siano queste e perché si sono create. «Inoltre», continua Iacovella, «ho domandato il motivo della presenza di debiti fuori bilancio per il servizio di pubblica illuminazione, perché si sono creati e per quale ragione l’ente non è correttamente adempiente, rispetto agli obblighi richiesti dalla banca dati amministrazioni pubbliche. Sempre per l’esercizio 2021 ho poi voluto sapere il perché delle spese correnti per servizi istituzionali, per un importo di 66.545 euro, una cifra pari al doppio di quella spesa nel 2020. Inoltre per il 2021», continua Iacovella, «ho infine chiesto delucidazioni sul fondo crediti di dubbia esigibilità incremento di 268.500 euro, domandando quali crediti siano e se ci sono le certificazioni per la cancellazione degli stessi».
Il consigliere indipendente ribadisce quindi che a tutti questi interrogativi non sono state date risposte soddisfacenti. «In riferimento invece all’esercizio 2022», continua Iacovella, «ho chiesto innanzitutto lumi sul motivo dell’alto avanzo di amministrazione di ben 682.462 euro e sul perché non sia stato utilizzato». Iacovella ricorda poi che il revisore dei conti ha rilevato che l’ente è inadempiente rispetto alla trasmissione dei bilanci dei dati contabili e degli altri documenti, avendo effettuato solo trasmissioni parziali dei documenti nel settembre del 2023.