CORROPOLI. Al bivio di Corropoli, lungo la strada statale 259, è partito il Rosso semaforico. La giunta comunale guidata dal sindaco, Dantino Vallese, aveva deciso di attivare, in via sperimentale, per sei mesi, il controllo elettronico di rilevamento delle infrazioni relative al transito con il semaforo rosso nello snodo trafficato di collegamento fra il mare e l’interno e d’innesto fra le due strade provinciali che conducono a Tortoreto-Alba Adriatica e il centro di Corropoli.
Inizialmente, il sistema che fotografa chi passa col rosso, avrebbe dovuto entrare in funzione a fine estate, invece l’avvio è stato anticipato.
Il controllo avviene tramite apparecchiatura fissa e permanente (24 ore su 24) installata sulle paline senza la presenza degli agenti di polizia locale e con relativa procedura informatizzata del sistema sanzionatorio del codice della strada. I secondi di tolleranza a lanterna gialla, prima che le telecamere fotografino il veicolo in transito, sono cinque al massimo. Se si viene beccati, la contravvenzione arriverà a casa. (a.d.p.)