SCERNI. Si alza la colonnina di mercurio e i piromani tornano all’assalto. Un grosso incendio sabato notte ha spaventato le famiglie di Scerni arrivando a minacciare le abitazioni. Tre giorni fa nel mirino era finita Monteodoriso. Sui due roghi indagano i carabinieri. L’incendio di ieri notte a Scerni ha distrutto circa due ettari di vegetazione. Le fiamme sono divampate alle 3.30 al di sotto di via Rossini. Provvidenziale è stato l’intervento rapido dei vigili del fuoco e della protezione civile. I soccorritori hanno messo in sicurezza alcune abitazioni. Il fuoco è stato domato intorno alle 6. Dalle primi indagini non si esclude l’origine dolosa delle fiamme. Meno male che la scorsa settimana il Comune aveva fatto ripulire la zona sotto piazza De Riseis creando delle linee taglia fuoco. «Molto altro», dice il sindaco Daniele Carlucci, «deve ancora essere fatto per la sicurezza del paese. La prevenzione è un atto di responsabilità e un dovere civico che deve riguardare tutti. Chiederò alla polizia locale», ha concluso Carlucci, «di continuare a vigilare e verificare il rispetto delle ordinanze da parte dei cittadini». (p.c.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA .