L’AQUILA. Gli incendi dell’estate 2020 nel solo territorio del comune dell’Aquila hanno distrutto mille ettari di bosco. Lo si legge nella determina con la quale viene aggiornato (come prevede una legge del 2000) il catasto delle aree “percorse dal fuoco avvalendosi anche dei rilievi effettuati dai carabinieri forestali al fine di applicare i vincoli temporali che limitano l’uso del suolo per quelle zone che sono individuate come boscate o destinate a pascolo”.
I VINCOLI
Ecco i vincoli nel dettaglio: la destinazione delle zone boscate e dei pascoli “i cui soprassuoli siano stati percorsi dal fuoco non può essere modificata rispetto a quella preesistente l’incendio per almeno quindici anni. In tali aree è consentita la realizzazione solamente delle opere pubbliche necessarie alla salvaguardia della pubblica incolumità e dell’ambiente. In tutti gli atti di compravendita di aree e immobili situati nelle predette zone, stipulati entro quindici anni dagli eventi, dev’essere espressamente richiamato il vincolo. Nelle stesse zone è vietata per dieci anni la realizzazione di edifici nonché di strutture e infrastrutture finalizzate a insediamenti civili e attività produttive, fatti salvi i casi in cui per detta realizzazione siano stati già rilasciati atti autorizzativi comunali in data precedente l’incendio sulla base degli strumenti urbanistici vigenti. In tali zone inoltre è fatto divieto di pascolo e caccia per dieci anni ed è vietato il rimboschimento salvo il caso di specifica autorizzazione concessa o dal Ministro dell’ambiente per le aree naturali protette statali, o dalla Regione per documentate situazioni di dissesto idrogeologico o per particolari situazioni in cui sia urgente un intervento di tutela su valori ambientali e paesaggistici”.
GLI INCENDI 2020
Ecco date ed entità degli incendi del 2020 nel territorio del Comune dell’Aquila. A gennaio ce ne fu uno, limitato, a “Piazzale Simoncelli” nei pressi di Fonte Cerreto sul Gran Sasso. Ad aprile furono distrutti 2 ettari a “Monte Torretta” nei pressi di Preturo; il 30 luglio 400 ettari furono aggrediti dal fuoco ad Arischia; il 31 luglio fiamme su 491 ettari a Pettino, il 30 agosto oltre 100 ettari a Preturo.
CENSIMENTO ALBERI
Il Comune, sempre con determina, ha affidato a un dottore agronomo il servizio di censimento e monitoraggio del patrimonio arboreo della città dell’Aquila. L’importo previsto compresi Iva e oneri per la sicurezza) è di 138.000 euro.
©RIPRODUZIONE RISERVATA