MONTORIO. «Il gruppo di maggioranza “Un’altra Montorio” è appesa a un filo dopo le ultime epurazioni ed è concreto il rischio di predissesto e di commissariamento». A scrivere sono i consiglieri di minoranza Alessandro Di Giambattista e Alessia Nori che intervengono dopo l’estromissione dal gruppo di maggioranza dei consiglieri Raniero Barnabei e Adele Ricci per aver votato contro tutte le proposte nell’ultimo consiglio comunale. «Stigmatizziamo con forza le ennesime epurazioni eccellenti tra le file della maggioranza, un quadro politico dopo due anni di attività drasticamente mutato», proseguono, «“Un’altra Montorio” è riuscita, al di là dei proclami, nell’impresa non facile di perdere il 50% degli iniziali consensi entrando in uno stato comatoso autoindotto che potrebbe portare il Comune a una nuova fase di commissariamento.I rilievi effettuati dal revisore dei conti e sottolineati dalla Ricci in merito al bilancio potrebbero, a nostro avviso, ulteriormente essere aggravati dagli esborsi per gli espropri per l’acquisizione dei terreni dove dovrebbe sorgere il nuovo polo scolastico e gli interventi finanziati con il Pnrr con il rischio concreto di portare l’ente al predissesto».(a.d.f.)