TERAMO . A tre giornate dalla fine del girone d’andata il Città di Teramo è a -2 dalla capolista Turris Val Pescara. I biancorossi, reduci dal turno di riposo, sono concentrati sulla trasferta di domenica contro il Pianella, proprio la squadra che l’altroieri ha fermato la Turris sul 2-2 impedendole di tornare a +4 sul Teramo. Giovedì, intanto, prenderà il via il mercato invernale, che resterà aperto fino al 23 dicembre. Il Città di Teramo, pronto a tesserare il difensore Furlan, va a caccia di un portiere under da affiancare al titolare Bozzi (circola il nome del 19enne Christian D’Ambrosio del Notaresco, ma è una pista difficile) e di un attaccante centrale, senza perdere di vista altre opportunità nel caso in cui dovesse partire qualche elemento poco impiegato finora. Il direttore sportivo Paolo D’Ercole fa il punto della situazione sul momento dei biancorossi, impegnati nella rincorsa al primo posto.
«La squadra ha grande fiducia e consapevolezza della propria forza. Contro la Turris Val Pescara abbiamo fatto una prestazione perfetta, ma questo non ci deve fare pensare che la strada sia in discesa. Bisogna continuare ad essere umili e determinati. Il valore va dimostrato in campo». La prossima sarà una gara insidiosa. «Il Pianella è reduce dal 2-2 in casa della capolista, è un’avversaria di tutto rispetto. La si dovrà affrontare come se fosse la gara più importante del campionato», avverte il ds, «voglio vedere lo stesso atteggiamento avuto contro la Turris. Non si vince solo perché portiamo il nome Teramo». Il bilancio finora è positivo. «Sul piano personale sto vivendo un’esperienza bellissima, Sono molto contento di lavorare qui. A settembre è stata dura assemblare una squadra in pochi giorni, senza un settore giovanile e con giocatori già sistemati altrove», evidenzia D’Ercole, «ho avuto la fortuna di trovare ragazzi fantastici, almeno il 90 per cento di loro non c’entra nulla con questa categoria. Considerando le tante difficoltà, avrei firmato per avere la situazione di classifica attuale». Il ds guarda al mercato. «Vogliamo ampliare la rosa sul piano numerico. Inserire non è mai semplice e inserirsi in un gruppo è ancora più difficile. Le priorità sono l’arrivo di un altro portiere under e di un’altra prima punta. Inoltre dobbiamo recuperare alcuni infortunati. Giovedì contiamo di ufficializzare Furlan, che ha scelto di sposare questo progetto».
©RIPRODUZIONE RISERVATA