VASTO . Sono 63 i nuovi contagi da Covid registrati nelle ultime 24 ore a Vasto. Una settantina i casi complessivi nei comuni vicini. Il giorno prima erano stati più di 90, un livello che non si raggiungeva da gennaio 2022. Nelle farmacie è boom di tamponi e in ospedale arrivano decine di richieste di antivirali e monoclonali. I medici curanti hanno iniziato a somministrare la quarta dose ai più anziani, ma le dosi disponibili al momento sono poche.
Era da marzo che non si registrava un numero così altro di tamponi. I posti letto nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale San Pio sono tutti pieni. Decine i positivi ricoverati nelle aree grigie del nosocomio. Il primario di Malattie infettive, la dottoressa Maria Pina Sciotti e i suoi collaboratori, hanno salvato nei giorni scorsi un anziano di 98 anni e ieri un altro di 92 anni. «Il ricambio di pazienti è continuo», dice il primario. «Tantissimi i pazienti trattati con trasfusioni monoclonali. Di positivo c’è che rispetto ai giorni scorsi sono arrivati meno pazienti dal pronto soccorso. Fra i ricoverati ci sono per lo più di persone anziane. Molte non hanno fatto la terza dose. È sbagliato», insiste il medico. «Io consiglio a tutti gli ultrasessantenni di fare subito la quarta dose. Il picco dei contagi sarà raggiunto a fine mese. Il vaccino aiuta», afferma Sciotti.
La paura dei contagi c’è. Si fanno i tamponi anche per essere più tranquilli. «Una cosa è certa: la pandemia da Covid è tutt’altro che finita», sottolinea l’infettivologa. «La nuova ondata di virus dimostra ancora una volta che il Covid-19 non ci ha affatto lasciati».
I contagiati sono ovunque: nelle rsa , in ospedale, negli uffici e anche in carcere. Diversi i politici a casa con il Covid e per molti si tratta di un secondo contagio.
«La maggior parte dei nuovi contagi è rappresentata dalle sottovarianti di Omicron, BA.4 e BA.5»,spiega l’esperta. «La prudenza è d’obbligo. Ognuno di noi deve pensare a proteggersi. Io consiglio di evitare i luoghi chiusi. Al chiuso ma anche all’aperto, se c’è tanta gente, indossate la mascherina. Portate sempre con voi un gel o uno spray disinfettante e usatelo se toccate cose che sono state toccate da altri. Lavatevi le mani spesso. Evitate in ogni caso di toccare il naso o gli occhi con le mani se prima non le avete lavate. Osservando piccole e semplici regole tutti possono godersi le vacanze», conclude il primario. (p.c.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA .