CHIETI . È la prima relazione epidemiologica pubblicata dalla Asl dopo la fine dello stato di emergenza. E c’è un dato che colpisce tra le ventidue pagine del report prodotto dall’azienda sanitaria locale ed aggiornata al 3 aprile. In soli tre giorni del nuovo mese, sul territorio provinciale è già stato superato il numero dei contagi registrati ad aprile dello scorso anno.
I numeri sono eloquenti: al 3 aprile se ne contavano 1.757 di positivi al Covid, l’anno scorso nelle quattro settimane dello stesso mese sono stati 1.529 in tutto il Chietino. Un trend che conferma come, nonostante la fine dello stato di emergenza ed un costante ritorno alla normalità, il virus continui a circolare. Dall’inizio dell’anno sono stati complessivamente 61.457. Il dato è la somma dei contagi del mese di gennaio (31.761), febbraio (13.820), marzo (14.119) ed i primi di aprile (1.757). Ma il numero dei ricoveri rispetto allo scorso anno è notevolmente inferiore. Ne erano 129 ad aprile del 2021, ne sono appena quattro secondo la relazione degli ultimi giorni. Ma anche facendo un confronto nei primi tre mesi dell’anno in corso rispetto allo stesso arco temporale dell’anno passato, il numero dei degenti in ospedale è nettamente inferiore. Alla fine di marzo del 2021 c’erano 784 domiciliati in provincia di Chieti ricoverati in ospedale, quest’anno se ne sono contati 593. Nell’esame dei dati, infine, la relazione epidemiologica conclude: «Un dato interessante emerge inoltre dall’analisi dell’andamento dei nuovi casi nelle ultime dodici settimane, da cui si rileva un relativo incremento del numero di contagi a livello regionale, ma con un trend sostanzialmente in linea con quanto si può osservare a livello nazionale».
©RIPRODUZIONE RISERVATA