SULMONA. La Giostra dei bambini e dei ragazzi ha aperto ieri le manifestazioni dell’edizione 2022 della Giostra cavalleresca cittadina, un’edizione all’insegna della speranza e del desiderio di guardare al futuro con fiducia, dopo due anni difficili dovuti alla pandemia.
Proprio come fanno i più piccoli, quelli protagonisti del corteo in costume storico che ha animato il centro cittadino e poi delle gare all’anello allo stadio “Pallozzi”. Al termine della prima giornata è il Borgo Pacentrano a chiudere in testa la XIX edizione della Cordesca. Quattordici sfide: sette riservate ai bambini delle scuole elementari e sette che hanno visto in scena i ragazzi delle scuole medie, che hanno consentito al Borgo bianco, arancio e rosso di portare a casa il risultato migliore. Subito dopo nella classifica parziale figurano Porta Bonomini e il sestiere di Porta Iapasseri. Più indietro il borgo di SantaMaria della Tomba, il sestiere di Porta Manaresca, il borgo San Panfilo e il sestiere di Porta Filiamabili.
Ad animare le gare e tutta la Cordesca sono stati gli speaker ufficiali della manifestazione: Claudio Natale, Michele De Blasis e Francesco Tirimacco. Oltre 400 i piccoli figuranti, bambini e ragazzi delle scuole elementari e medie cittadine, che hanno sfilato nel corteo che ha riempito di sorrisi le strade del centro storico.
Un pensiero, nel corso della manifestazione odierna è andato al presidente della Giostra Cavalleresca, Maurizio Antonini, assente per motivi di salute. A lui anche l’augurio di una pronta guarigione del presidente onorario Domenico Taglieri.
«Con la Cordesca riparte la Giostra, riparte Sulmona e ripartono le iniziative dei Borghi e Sestieri che sono la città» ha detto Taglieri. «Ricomincia un percorso importante. I due anni di assenza ci sono serviti per riflettere su come far ripartire nel modo migliore la manifestazione. Per questo, ci rivolgiamo anche all’amministrazione comunale con cui lavoreremo per dare una sede ai Borghi e Sestieri e per istituire un museo degli abiti della Giostra, a palazzo Pretorio».
A portare il saluto a nome dell’amministrazione comunale sono stati i il presidente del consiglio comunale, Cristiano Gerosolimo, e l’assessore Attilio D’Andrea. Assente il sindaco che dovrebbe essere presente oggi, per le premiare i vincitori. E oggi, seconda e conclusiva giornata di Cordesca, in cui sarà assegnato il Palio, opera del maestro Giovanni Presutti. Ospiti della Cordesca, in spirito di amicizia e solidarietà, saranno anche i ragazzi della casa famiglia di Carsoli a cui la Giostra vuole far vivere una giornata diversa facendoli entrare insieme ai loro coetanei, in un mondo particolare come quello del torneo cavalleresco.
Dalle 16 si svolgerà di nuovo il corteo da piazza Plebiscito, lungo corso Ovidio, fino allo stadio Pallozzi, e alle 17 avranno inizio le sfide decisive dell’edizione della Cordesca 2022.
Alle 21 è prevista la cerimonia di premiazione in piazza Garibaldi con la consegna dell’ambito Palio. Qui anche stand aperti e giochi, attrazioni e intrattenimento per tutto il popolo della Giostra, pronto a tornare a divertirsi e a vestirsi dei colori dei sette Borghi e Sestieri cittadini, in attesa della Giostra Cavalleresca di Sulmona e di quella Europea che torneranno l’ultima settimana di luglio e la prima di agosto in una veste rinnovata dopo due anni di stop.
©RIPRODUZIONE RISERVATA