GIULIANOVA. La truffa dello specchietto non passa di moda. Un tentativo è stato messo in atto ieri mattina lungo via Gramsci. Attorno alle 10,20, all’altezza dell’incrocio con via Cerulli, una coppia formata da un uomo e una donna sui 60 anni, si è avvicinata ad altri due coniugi che in quel momento stavano transitando chiedendo soldi con la scusa dello specchietto dell’auto rotto.
I truffatori, a bordo di una Wolkswagen di colore blu, erano molto sicuri e determinati. La donna portava i capelli raccolti e all’interno della vettura tante grosse buste piene di mercanzia varia come se i due vivessero all’interno del mezzo. Alla richiesta del denaro, nelle modalità ormai conosciute, la donna giuliese ha preso in mano il telefono dicendo di voler avvisare un parente di ciò che stava accadendo. A quel punto i due, convinti di non poterla far franca, si sono allontanati e dileguati nel giro di pochi attimi. Lo stratagemma si ripresenta nel periodo estivo quando in città c’è più movimento.(al.al.)

copyright il Centro