SULMONA. Il sindaco di Sulmona, Gianfranco Di Piero, è il nuovo presidente del Controllo analogo del Cogesa. Lo hanno deciso i sindaci soci, nella riunione che si è tenuta ieri nella sede della partecipata. Un risultato che conferma per Sulmona il ruolo di principale socio del Cogesa, ma soprattutto la necessità di iniziare una nuova stagione che porti la società che gestisce il ciclo integrato dei rifiuti per oltre 60 Comuni a un’amministrazione «più virtuosa con meno costi e più servizi per gli utenti».
Il presidente del Cda, Nicola Guerra, sembra aver recepito il messaggio arrivato dai sindaci. Tant’è che già da ieri ha chiesto al sindaco di Sulmona l’autorizzazione per poter procedere all’assunzione degli stagionali che dovranno garantire i servizi in più previsti per il periodo estivo in occasione di concerti e manifestazioni e altre iniziative in calendario. Altro tema finito sul tavolo del Controllo analogo è la necessità di verificare la validità delle consulenze pluriennali concesse in questi anni e l’opportunità di procedere a revoca soprattutto per quanto riguarda i contratti più onerosi. E poi, ancora, un progetto per utilizzare al meglio gli impianti di Noce Mattei in modo da allungare la vita alla discarica, attraverso un confronto con quelle realtà aziendali che hanno già affrontato e risolto gli stessi problemi. Inoltre, i sindaci hanno sottolineato la necessità di seguire gli indirizzi dati dalla Corte dei Conti per un ritorno all’amministratore unico mettendo da parte il Cda a tre, con la possibilità di poter ricorrere anche ad un direttore generale soprattutto se, per il terzo anno consecutivo, il Cogesa dovesse chiudere con un bilancio in profondo rosso, come pare molto probabile che possa avvenire. Insomma, l’intenzione dei sindaci soci è di voltare pagina per portare il Cogesa «a una nuova stagione amministrativa che chiuda definitivamente con un passato pieno di debiti e di polemiche». (c.l.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA.