MARTINSICURO. Controlli a tappeto nei cantieri edili da parte dei carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro di Teramo in collaborazione con la compagnia di Alba Adriatica. In un cantiere di Martinsicuro, è stato trovato un lavorare in nero, peraltro percettore del reddito di cittadinanza che aveva indebitamente percepito 6.500 euro. Lo stesso è stato segnalato all’Inps per il recupero del credito. Nel corso dell’attività ispettiva per la sicurezza sui luoghi di lavoro, i militari hanno denunciato quattro persone tra amministratori e responsabili della sicurezza.
Nel corso dell’ispezione ad Alba Adriatica e Martinsicuro, i carabinieri hanno rilevato che i responsabili avevano omesso i controlli relativi alla sorveglianza sanitaria per non aver provveduto a far sottoporre i lavoratori dipendenti alla prescritta visita medica preventiva. Sulla scorta delle violazioni penali e amministrative accertate, sono stati adottati i provvedimenti di sospensione delle attività imprenditoriale. Elevate sanzioni per oltre 10mila euro e ammende per 13.500 euro. Sono previsti nuovi controlli in Val Vibrata, in particolare nei cantieri, molti dei quali per il Superbonus 110%. (a.d.p.)