CIVITELLA DEL TRONTO. «Una bellissima giornata per la scuola di Civitella del Tronto, che ha avuto l’onore e il grande piacere di accogliere il ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara»: così, dopo la visita del ministro avvenuta mercoledì, commenta la sindaca Cristina Di Pietro. «La sua visita», continua, «è stata l’occasione per ringraziare il ministro per la norma che permette la deroga al numero minimo di alunni per la formazione delle classi e per aver evitato, di concerto con l’assessore regionale Pietro Quaresimale, il dimensionamento della dirigenza degli istituti di Civitella-Torricella, nonché per chiedere una costante attenzione alle scuole delle aree interne».
La visita di Valditara e Quaresimale, al di là degli aspetti istituzionali, ha definitivamente spento i timori sul nuovo dimensionamento dei plessi della realtà civitellese, che segna una diminuzione di residenti e della natalità.
Non più di alcune settimane fa, l’opposizione consiliare civitellese aveva lanciato l’allarme palesando il rischio di perdere la direzione scolastica della scuola di Civitella del Tronto. Il gruppo consiliare di minoranza “Uniti per Civitella” aveva sottolineato l’importanza di difendere la coesione ottenuta con sforzi congiunti. Un nuovo dimensionamento scolastico avrebbe messo a repentaglio il tessuto stesso della comunità di Civitella del Tronto: così aveva sostenuto l’opposizione.(a.d.p.)