VASTO. Si è tenuta in piazza Caprioli per la Festa della Repubblica la cerimonia a cui hanno preso parte il sindaco Francesco Menna, il presidente del consiglio comunale Marco Marchesani, gli assessori Gabriele Barisano, Anna Bosco, Nicola Della Gatta e Licia Fioravante, consiglieri comunali, il consigliere regionale Francesco Prospero, rappresentanti delle forze dell’ordine, le associazioni combattentistiche e d’arma e cittadini. «La giornata dedicata a festeggiare la Repubblica italiana assume tanti significati», ha detto Menna dopo la deposizione di una corona d’alloro al monumento ai caduti, «il ricordo della lungimiranza dei nostri padri e nonni, il tributo di sangue di tanti che ci hanno permesso di vivere in un Paese senza guerre, il diritto di voto per le donne, la creazione della democrazia, un nuovo inizio con l’opera di ricostruzione materiale e morale. Ci troviamo davanti a un momento storico che ci mette duramente alla prova, di fronte a nuove guerre. Guardando ai nostri antenati, oggi come mai prima d’ora, mi sento di dire che è importante apprendere da loro la capacità di guardare al futuro con speranza e amore».