SAN VITO CHIETINO . Il sindaco Emiliano Bozzelli e la sua lista di San Vito bene Comune (Svbc) ci riprovano. Dopo 5 anni di amministrazione ripropongono la candidatura alla guida del paese, consci di quanto fatto e di quanto ancora c’è da fare, con l’obiettivo di portare avanti un progetto che nasce dalla condivisione e dalla voglia di continuare a far crescere San Vito. Il confronto sarà con il centrodestra di Angelo Radoccia, 69 anni, e la lista Per San Vito con Angelo Radoccia sindaco. «Il nostro progetto politico amministrativo si basa su 5 elementi cardine», spiega Bozzelli, 46 anni, laureato in relazioni internazionali a Trieste e Urbino, esperto in gestione dei fondi comunitari e nelle attività sui mercati esteri, «cura e valorizzazione dell’esistente, messa in sicurezza degli edifici del territorio, miglioramento dei servizi e della qualità della vita, tutela dell’ambiente e del paesaggio e buon uso delle risorse a disposizione. Sono tematiche complesse che porteremo avanti con una lista aperta a nuove forze sociali e politiche e candidati che si riconoscono in un progetto che si basa sulla condivisione, la trasparenza e l’onestà».
Una proposta nuova che affonda le radici su 5 anni in cui Svbc ha portato avanti e realizzato diversi progetti. «Siamo partiti con la riorganizzazione degli uffici comunali e la messa in sicurezza del bilancio», elenca Bozzelli, «poi con l’efficientamento della spesa sociale, abbiamo creato e promosso un modello di sviluppo basato sulla piccola economia locale e il turismo diffuso che sta dando ottimi frutti. Sui lavori pubblici abbiamo fatto molto, ad esempio la ristrutturazione della nuova scuola di Sant’Apollinare, dell’ex municipio con la nuova biblioteca, del mercato coperto; i lavori per frenare il dissesto idrogeologico al paese, gli interventi sul lungomare, il campo sportivo, il centro di raccolta per citare alcuni. Tutti progetti ante Pnrr fatti anche con la collaborazione di altri enti. Collaborazione che deve continuare, ad esempio, in primis con la Provincia per la Via Verde, al fine di completarla assieme alle aree attigue». Progetti che Bozzelli, se sarà confermato alla guida di San Vito, affronterà con il suo gruppo “storico” di assessori e consiglieri, Andrea Catenaro, Roberto Nardone, Rosalinda Flamminio, Gabriella Mancini e Tito Tosti, a cui si aggiungono Guerriero Giannantonio, segretario cittadino del Partito democratico, e tanti volti nuovi.
Ecco la lista San Vito Bene Comune: Claudia Bucco, Tommaso Bucco, Andrea Catenaro,Federica D’Amato, Pamela De Luca, Stefania Di Mele, Rosalinda Flamminio, Guerriero Giannantonio, Gabriella Mancini, Roberto Nardone, Tito Maria Tosti e Riccardo Verì. (t.d.r.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA .