ROCCA SAN GIOVANNI . Un incendio è divampato nel primo pomeriggio di ieri a Rocca San Giovanni. Le fiamme si sono propagate rapidamente in un’area boschiva non lontana, però, da campi coltivati in località Pocafeccia. Sul posto sono arrivati in pochi minuti i vigili del fuoco di Lanciano e la protezione civile oltre che una volante dei carabinieri. Hanno lavorato per alcune ore con l’intento di spegnere e bonificare l’area.
Sul posto è stata trovata anche una piccola discarica di gomme e altro materiale nonostante l’ordinanza del sindaco Fabio Caravaggio per l’applicazione delle misure di prevenzione rispetto al rischio incendi boschivi. Proprio per questo il primo cittadino nel commentare quanto accaduto ha sfogato tutta la sua rabbia: «Non ci saranno sconti per chi ha abbandonato i rifiuti», afferma. «Dopo tre ordinanze, l’ultima firmata proprio ieri (lunedì per chi legge, ndr) sull’applicazione delle misure di prevenzione per il rischio incendi boschivi, chi non ha rispettato le regole pagherà», ha detto il primo cittadino.
Nel provvedimento di cui parla Caravaggio viene specificato espressamente che nel periodo di grave pericolosità di roghi, in tutte le aree del Comune a rischio è vietato accendere fuochi, fermare o sostare al di sopra di vegetazione secca con mezzi a motore caldo, fumare, gettare fiammiferi, sigari o sigarette accese e compiere ogni altra operazione che possa creare comunque pericolo. «Ringrazio tutti coloro che rispettano l’ordinanza», ha concluso il sindaco, «resto del parere che il peggior nemico del piromane è colui che tiene pulito i terreni». (a.s.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA .