ORTONA. Gli investimenti per il Sud e per le Zes (Zone economiche speciali) al centro di un incontro che si è svolto ieri a Palazzo Corvo a Ortona, a cui ha partecipato anche il viceministro alle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili, Teresa Bellanova, che ha spiegato che dopo il Decreto del ministero del dicembre scorso, con l’assegnazione dei 630 milioni di euro, si è segnato solo un primo passo per rendere il Mezzogiorno un perno per lo sviluppo. Al convegno “Pnrr e Zes: patto del Territorio”, coordinato dal vicepresidente della Commissione Lavoro, il deputato Camillo D’Alessandro, tra i numerosi presenti hanno partecipato il sindaco di Ortona, Leo Castiglione, il presidente della Provincia di Chieti e sindaco di Vasto, Francesco Menna, il coordinatore supporto Zes dell’agenzia per la coesione territoriale, Lorenzo Messi, il consigliere economico del ministero per il Sud, Pier Camillo Falasca, Vincenzo Garofalo, presidente dell’autorità portuale del mare Adriatico, e il commissario Zes Abruzzo, Mauro Miccio. «Il Covid e la guerra ci hanno fatto scoprire ancora di più l’importanza della logistica e la Zes abruzzese, con Ortona come centro portuale, è la prima che si realizza, farà da apripista. Ecco perché è così importante: è la prima di altre otto Zes nel meridione», ha spiegato il sottosegretario Bellanova. «Tutto questo ci porta a una maggiore attenzione verso l’economia del mare, per fare in modo che l’attrattività porti investimenti, con gli strumenti che ora abbiamo, Pnnr e Zes appunto. Certo, la Zes ha avuto un processo di partenza più complesso, dal 2016 ha collezionato ritardi, ma ora ci siamo, c’è il decreto. Quindi deve arrivare un messaggio alla gente che qui a Ortona si sta facendo una prova importante per tutto il resto del Paese, non solo il sud», ha continuato il viceministro. «Le risorse del Pnnr per le Zes, 630 milioni, non significano solo fondi, ma infrastrutture ed è quello che serve alle imprese che fino a qualche anno fa andavano all’estero e che ora rientrano. Bisogna quindi attrezzarci, semplificare, per questa che è una boccata d’ossigeno e nello stesso tempo investimento strategico», ha concluso la Bellanova giunta in città anche per sostenere la campagna elettorale del sindaco uscente Leo Castiglione. «Oggi abbiamo lanciato un’alleanza tra imprese, comuni e autorità nazionali che gestiranno le due leve più importanti che si concentreranno sul territorio ovvero Pnrr e Zes», ha aggiunto Camillo D’Alessandro, deputato di Italia Viva. «L’obiettivo dell’incontro era quello di scrivere idealmente questo patto per fare in modo che nessuna opportunità venga persa e per creare dei collegamenti. Nei prossimi mesi ci saranno altri incontri con imprese e comuni, perché il mio obiettivo è quello di prendere per mano gli attori istituzionali economici in questa fase perché da qui entreremo dentro un meccanismo che ci renderà competitivi nel mondo». (l.d.m.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA.