SULMONA. Folla delle grandi occasioni ieri pomeriggio, al teatro Maria Caniglia per l’arrivo di Matteo Renzi e del suo libro “Il Mostro”, in cui racconta tutte le sue vicende giudiziarie e della sua famiglia. Una sorta di atto di accusa ai magistrati, «gli unici che quando sbagliano non pagano», ha sottolineato il leader di Italia Viva. Parlando del suo libro Renzi ha detto: «Chi lo legge dice: ma è sicuro che tutto questo sia successo? Purtroppo è tutto vero. Quello che è accaduto dovrebbe sconvolgervi. Peraltro io posso difendermi ma un cittadino normale no». Per porre rimedio a questa situazione Renzi ha ribadito che occorre che i magistrati che sbagliano paghino, come accade a tutti, medici, avvocati, giornalisti. Ma Renzi si è soffermato anche sui temi politici del momento, a cominciare dal commento dei risultati delle elezioni amministrative e dei ballottaggi. «Al primo turno ha vinto la destra, al secondo la sinistra», ha detto subito l’ex presidente del Consiglio, «in tutte e due purtroppo ha vinto l’affluenza bassa, l’astensione». (c.l.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA.