L’AQUILA. Un rumore forte nel pieno della notte, una macchina distrutta e il muro di via XX Settembre – in corrispondenza del convento di Santa Chiara dei Padri Cappuccini – crollato. Nessun ferito, ma tanta paura, nell’incidente avvenuto alle 2,30 di due notti fa in via XX Settembre. Una macchina, forse a causa dell’asfalto viscido e del conducente che non ne ha tenuto adeguatamente conto, è sbandata andando a cozzare contro il muro.
IL BOTTO
Un tonfo e poi il crollo, che ha svegliato chi abitava nella zona. Sul posto ambulanze, vigili del fuoco e carabinieri che hanno fatto gli accertamenti. A distanza di poco tempo, sul posto sono arrivati anche gli operai del settore Opere pubbliche del Comune dell’Aquila che hanno messo in sicurezza il tratto di muro posando pesanti barriere in cemento, mentre gli agenti della Polizia Municipale regolavano il traffico, chiudendo anche al traffico l’area su via Borgo Rivera interessata dal crollo. Gli agenti municipali hanno ripristinato il traffico lungo le due arterie veicolari, via XX Settembre e via Borgo Rivera, con restringimento della carreggiata e limite di 30 chilometri orari nei tratti interessati. Gli operai comunali hanno dovuto anche ripristinare l’impianto d’illuminazione che era stato danneggiato dal violento urto, e sgomberato l’area dai detriti lasciati dalla macchina incidentata. «Ringrazio il personale del settore Opere Pubbliche del Comune dell’Aquila e gli agenti della Polizia Municipale», ha scritto in un comunicato il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi, «per l’immediatezza con la quale hanno provveduto a mettere in sicurezza tutta l’area interessata dall’incidente veicolare che ha provocato il crollo di una parte del parapetto della curva di via XX Settembre a ridosso della chiesa di Santa Chiara. Raccomando agli automobilisti il rispetto del limite di velocità fissato a 30 chilometro orari nei tratti stradali interessati».
le testimonianze
«Abbiamo sentito un botto», racconta uno dei religiosi di Santa Chiara, che con la macchina era rimasto bloccato davanti alla chiesa. «Per fortuna nessuno si è fatto male». Per i frati qualche problema soltanto in mattinata. Lo conferma al telefono padre Luciano Antonelli. «In effetti abbiamo avuto piccoli problemi ma soltanto di prima mattina», racconta. «Poi sono arrivati gli operai del Comune che rapidamente hanno messo in sicurezza l’area, posizionando delle transenne, dandoci quindi la possibilità di tornare alle nostre attività». Durante le prime ore dalla mattinata, si era anche sparsa la voce che il muro fosse crollato a causa delle piogge, cosa smentita dagli stessi operai al lavoro per rimuovere il parapetto in cemento armato divelto dalla violenza dello scontro. Gli automobilisti aquilani sanno per esperienza che le due curve di via XX Settembre nei pressi dell’incrocio di via Fontesecco sopra a Santa Chiara, hanno un asfalto che con la pioggia diventa scivoloso e risultano, quindi, particolarmente insidiose.