VASTO . Una Lancia Voyager distrutta e una Ford danneggiata dal fuoco appiccato ad un deposito di spazzatura nel Quartiere dei Fiori a Vasto. Un escavatore bruciato dalle fiamme a Castiglione Messer Marino a causa di un corto circuito. Sono gli incendi che hanno interessato ieri il Vastese. Sul primo indagano gli agenti del commissariato coordinati dal dirigente, Fabio Capaldo, mentre sulle fiamme divampate nel cantiere di Castiglione sono stati effettuati accertamenti dai carabinieri di Atessa diretti dal capitano Alfonso Venturi. In entrambi i casi gli investigatori, grazie al rapporto dei vigili del fuoco, hanno escluso il dolo.
INCENDIO LANCIA VOYAGER
I residenti di via delle Gardenie a Vasto sono stati svegliati di soprassalto ieri mattina, intorno alle ore 6,45, dal crepitio delle fiamme. All’arrivo dei vigili del fuoco le fiamme avevano attaccato la Lancia Voyager di un residente e si erano propagate su parte della Ford Fiesta parcheggiata accanto. I pompieri hanno spento subito l’incendio evitando che danneggiasse altri veicoli. Accanto alla Lancia sono stati trovati i resti inceneriti di un cumulo di sacchi della spazzatura. È da lì che si sono propagate le fiamme. Gli agenti del commissariato indagano per scoprire come si è innescato il rogo dai rifiuti.
ESCAVATORE IN FIAMME
Qualche ora prima un altro incendio ha impegnato i vigili del fuoco di Vasto e i colleghi di Agnone. Il fuoco, in questo caso, ha attaccato un escavatore parcheggiato all’interno del cantiere dell’impresa di costruzioni Pannunzio, alla periferia di Castiglione. La ditta stava eseguendo lavori in località Ponte della Strega. Le indagini dei carabinieri di Atessa hanno confermato come la scintilla che ha causato il rogo sia stata provocata da un guasto meccanico. ©RIPRODUZIONE RISERVATA