ATRI. Alcune classi al freddo nell’istituto scolastico superiore “Adone Zoli” di Atri. A denunciarlo sono stati ieri gli stessi studenti delle classi terze e quarte dislocate al secondo piano dell’istituto tecnico che insiste nel plesso distaccato via Tedeschini. Un rappresentante dei ragazzi ha evidenziato: «Dal mese di novembre un intero piano della nostra sede è privo di riscaldamento. Nonostante varie sollecitazioni inoltrate agli organi competenti non si è arrivati alla risoluzione del problema, con grandi disagi per noi studenti che giorni fa abbiamo manifestato scioperando. Oggi (ieri, ndc)», continua il rappresentante, «ci hanno costretto ad entrare in classe minacciando sospensioni e l’annullamento del viaggio di istruzione».
Gli studenti che sono entrati in aula ieri hanno dovuto indossare cappotti e giubbotti per assistere alle lezioni. C’è chi ha messo sul tavolo un orologio con termometro che alle 11.22 evidenziava come la temperatura nella stanza fosse di 11 gradi. Un altro ragazzo ha fornito delle immagini di un vecchio termosifone rotto da tempo e mai sistemato. I ragazzi promettono di rimanere in agitazione se il problema non verrà sistemato nel più breve tempo possibile e per stamattina il loro ingresso in aula rimane incerto.
Della vicenda è ovviamente al corrente la dirigente scolastica Paola Angeloni, che ha dichiarato: «La Provincia di Teramo, competente in materia, è stata avvisata, ha già fatto un sopralluogo e ci hanno detto che stanno provvedendo a sostituire i caloriferi, che sono di vecchia generazione e riscaldano al minimo. Nei prossimi giorni i tecnici provvederanno intanto a cercare di aumentare la potenza del riscaldamento in attesa che tutti gli impianti vengano sostituiti».
La dirigente Angeloni già prima delle festività natalizie ha avuto a che fare con una problematica simile, che ha riguardato l’istituto alberghiero Zoli di via Roma a Silvi dove si era rotta una caldaia che, a causa della mancanza di un pezzo di ricambio, ha costretto gli studenti ad anticipare le vacanze natalizie non essendo nelle condizioni di poter svolgere le lezioni in classe senza termosifoni. Il primo cittadino di Atri Piergiorgio Ferretti ieri, avvertito del mancato riscaldamento in alcune aule del plesso di via Tedeschini, ha chiesto alla Provincia di Teramo interventi tempestivi.
©RIPRODUZIONE RISERVATA