ATRI. Sono 36 gli studenti che hanno ottenuto 100 negli esami di Stato ad Atri. In 26, di cui sei con lode, hanno riportato il punteggio massimo al liceo Illuminati, mentre in dieci si sono distinti allo Zoli. Dati in leggera flessione rispetto all’anno scorso, quando erano stati in 57 ad arrivare a 100: 38 all’Iluminati, con nove lodi, e 19 allo Zoli. Per quanto riguarda il polo liceale diretto da Daniela Magno gli studenti che hanno conseguito la votazione massima sono: Ludovica Centorame, Letizia Piovani, Enola Viola, Sofia Cantarini, Luke Lawrence Fraser Godfrey, Samuel Polo, Paola Pavone, Chiara Assogna, Ilaria Colleluori, Beatrice Sorgi, Federica Belardinelli, Martina Liberatore, Fabiola Martella, Simone Proterra, Alessandro Di Giorgio, Andrea Colli, Angela Sorgentone, Lidia Iezzi, Francesca Planamente e Benedetta Romanelli. I 100 e lode sono andati a: Giulia Santarelli, Leonardo Cerasi, Giulia Mattucci, Camilla Cichella, Alessio Concetti e Sara Liberatoscioli.
I diplomati con 100 dell’Iis Zoli sono: per il liceo scientifico dello sport Francesco Della Sciucca, Mario Leporieri e Francesca Leonzi, per l’istituto tecnico economico Lorenzo Neri, per l’istituto tecnico Agrario Grazia Lupinetti, per l’istituto tecnico meccanica e meccatronica Mario Pavone e per il professionale alberghiero (sede distaccata a Silvi) Giulia Blasiotti, Silvia D’Intino, Valentina Romanelli e Francesco Di Rocco. «Sono molto soddisfatta dell’ottima tenuta dell’istituto nell’anno in cui l’esame di Stato è ritornato alla sua forma standard con due prove scritte e il colloquio orale», spiega la dirigente dello Zoli Paola Angeloni, «prove in cui gli alunni, nonostante la frequenza in Dad dei due anni scolastici precedenti e l’andamento didattico a singhiozzo del 2021-22 a causa del perdurare della pandemia, hanno messo in luce il loro studio e l’acquisizione delle competenze a livelli ottimali. Tutte le commissioni hanno saputo mettere a loro agio gli studenti dando a ciascuno la possibilità di dimostrare la propria preparazione e maturità».
La dirigente dell’istituto atriano rivolge «le più sincere congratulazioni ai nostri diplomati, che hanno affrontato le prove con serietà e impegno e un plauso particolare agli studenti che hanno ottenuto il massimo dei voti». (d.f.)