MONTESILVANO. In arrivo asili nido gratis o a tariffe decisamente più convenienti. È questa la buona notizia per le famiglie montesilvanesi alle prese con la frequenza delle strutture pubbliche e private da parte dei loro figli piccoli. Il Comune di Montesilvano ha ottenuto, infatti, dei fondi utili a tagliare drasticamente la spesa per gli utenti che, a seconda del reddito, avranno la possibilità di usufruire del servizio, per tutto il giorno, in maniera addirittura gratuita, con un risparmio che potrà arrivare anche a 2.500 euro all’anno e con evidenti vantaggi per le donne lavoratrici. La novità è stata annunciata ieri dal direttore dell’Azienda Speciale Eros Donatelli, affiancato dal sindaco Ottavio De Martinis, dall’assessore alle Politiche sociali Barbara Di Giovanni e dal dirigente comunale Alfonso Melchiorre. «Grazie all’ottenimento di un finanziamento di fondi Pnrr per la gestione dei nidi, proporzionale al numero dei posti che si riescono ad incrementare, otterremo un contributo di circa 350mila euro per il 2022 che potrà arrivare a 3 milioni di euro entro il 2027 se si raggiungerà l’obiettivo dei 300 posti pubblici, passando dall’attuale livello di copertura del 14% al 33%», spiega Donatelli. «Per questo abbiamo deciso di adeguare la retta minima al bonus asili già in vigore, pari a 272 euro, così da rendere gratuita la frequenza per i bambini che hanno un reddito Isee minorenni fino a 25mila euro». Agevolazioni anche per le famiglie con reddito superiore dal momento che quelle di fascia 25-45mila euro pagheranno una retta di 45 euro (oltre ai 272 di bonus), mentre quelle di fascia superiore spenderanno 132 euro al mese (oltre al bonus). Una netta riduzione, dunque, dal momento che finora le rette variavano dai 135 ai 500 euro al mese. Altra importante novità è che l’agevolazione sarà riservata anche ai bambini che frequentano gli asili nido privati di Montesilvano. Attualmente, infatti, sono 75 i piccoli che frequentano gli asili pubblici di via Chiarini e via Foscolo e 118 quelli che hanno trovato posto nelle strutture private, ed è proprio per andare incontro anche a queste famiglie che parte del fondo servirà a coprire in tutto o in parte tali rette. «Si tratta di una piccola rivoluzione», evidenzia il sindaco. «Come spesso accade nel sociale, grazie all’Azienda Speciale ci ritroviamo a fare da apripista e vorremmo essere un esempio da seguire. Avevamo già intercettato i fondi per la realizzazione di nuovi nidi, ma con questa importante novità garantiremo la frequenza in maniera gratuita o fortemente agevolata».
Soddisfatta anche l’assessore Di Giovanni: «Per Montesilvano è un grande risultato che ci permetterà di ampliare le iscrizioni, agevolando l’accesso al nido», commenta. «A breve uscirà un bando per i nidi comunali e poi la proposta verrà allargata ai privati».