MONTENERODOMO. Kit antincendio alle squadre di protezione civile dei comuni dell’area interna Basso Sangro Trigno L’iniziativa, nell’ambito della strategia nazionale aree interne per la protezione incendi e altre emergenze, risponde alle disposizioni per il contrasto degli incendi boschivi e altre misure urgenti di protezione civile l’iniziativa della presidenza del Consiglio dei ministri. Sono nove le squadre di protezione civile nei comuni dell’area interna Basso Sangro Trigno a beneficiare dei kit: Carunchio, Schiavi d’Abruzzo, Torrebruna, Roccaspinalveti, Villa Santa Maria, Gamberale, Montenerodomo, Taranta Peligna e Rosello in raccordo anche con Quadri, per una spesa complessiva di 552mila euro. Il kit comprende mezzi e attrezzature, tra le quali: autocarri, autobotti, cisterne, motopompe, saranno sempre al servizio dei territori di tutti i trentatré comuni compresi nell’Area Strategica Basso Sangro Trigno.
«Si tratta», afferma Antonio Tamburrino, referente dell’area Snai Basso Sangro Trigno, «di un altro importante risultato ottenuto grazie allo sforzo portato avanti da tutti i sindaci del territorio, insieme alla struttura tecnica di supporto, a vantaggio del nostro territorio. I mezzi, gestiti dalle squadre di protezione civile, saranno molto utili», conclude Tamburrino, «per far fronte all’emergenza incendi, riducendo gli eventuali danni».
È questa un’altra iniziativa dell’Area interna Basso Sangro-Trigno che è stata individuata dalla Regione Abruzzo, nell’ambito della programmazione 2014-2020 quale area prototipo per la “Strategia nazionale per le aree interne”.
I 33 comuni sono localizzati dalla Maiella orientale fino ai confini con il Molise. Rappresentano circa il 32 per cento dei comuni della Provincia di Chieti, la popolazione di 22.200 abitanti (5,7% della provincia di Chieti), la superficie di 761 kmq (quasi il 30 per cento del territorio provinciale). L’area si articola in tre sub-ambiti: l’Aventino, a ridosso della parte orientale della Maiella, caratterizzato dalla presenza del Parco nazionale; il Sangro, sviluppato lungo la vallata dell’omonimo fiume; l’Alto Vastese, lungo i fiumi Treste e il Trigno. (m.d.n.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA.