L’AQUILA. Sabato e domenica scorsi l’amministrazione separata degli usi civici (Asbuc) di Paganica e San Gregorio, con i suoi addetti e cittadini volontari, ha effettuato la ripulitura annuale del torrente Raiale, che attraversa Paganica e costeggia il sentiero attrezzato che porta al santuario della Madonna d’Appari.
È però caduto nel vuoto l’appello del presidente Asbuc, Fernando Galletti, rivolto ai candidati e candidate del territorio, in particolare giovani, a partecipare come volontari alla giornata ecologica e civica.
Galletti, candidato per la lista 99 L’Aquila, a sostegno della candidata sindaca del centrosinistra, Stefania Pezzopane, commenta così: «Ringrazio i volontari che ci hanno dato manforte. Queste iniziative, oltre all’aspetto necessario della manutenzione del corso d’acqua, rivestono anche un valore educativo, di buon esempio, soprattutto alla luce del fatto che, oltre a sfalciare l’erba alta, abbiamo raccolto sacchi e sacchi di immondizia, visto che c’è qualche incivile che ritiene il Raiale una personale discarica».
Il candidato poi aggiunge: «Peccato, però, che non si sia visto nemmeno un candidato consigliere, tra i tanti in corsa qui a Paganica, bravi con le parole, forse, molto meno con i fatti concreti. Ma a perdere una buona occasione sono stati loro, nel dimostrare fattivamente l’attaccamento al paese e al territorio, a prescindere dal colore politico e schieramento. Spero che abbiamo trascorso un weekend di riposo per ristorarsi dalle grandi fatiche della campagna elettorale».
E sempre in tema ambientale, il consigliere comunale uscente (e ricandidato) Lelio De Santis annuncia di aver «denunciato l’Anas per il taglio indiscriminato, non autorizzato, di alberi di alto fusto. Per la prima volta, dopo tanti anni di impegno politico, sono stato costretto a presentare un esposto contro l’Anas e i responsabili del taglio di centinaia di alberi di alto fusto sulla statale 80 tra Cansatessa e San Vittorino».