CHIETI. Una giornata di festa per ricordare Dino Di Michelangelo, il poliziotto teatino morto cinque anni fa nel tragico crollo dell’hotel Rigopiano, travolto da una valanga. Si è svolto ieri il terzo memorial a lui intitolato e organizzato da Gianluca Orsini, operatore del 118 di Chieti e grande amico di Dino. Allo stadio Angelini si sono affrontate la squadra degli Amici storici del sacro Cuore e quella del Resto di Chieti. Una partita di calcio in tre tempi, da 20 minuti ognuno con una coreografia ad hoc per animare l’appuntamento. In campo è sceso anche il sindaco Diego Ferrara, per mostrare la vicinanza dell’amministrazione comunale alla famiglia nel giorno del ricordo di tutta la città. Era presente anche l’assessore allo sport Manuel Pantalone. Il giorno del ricordo per Di Michelangelo è partito dalla mattinata. La squadra dei suoi amici si è radunata in via Ferri dinanzi al monumento dedicato al poliziotto e alla moglie Marina Serraiocco. Poi si è svolta anche la messa nella chiesa del sacro Cuore, il quartiere dove Dino e gli amici sono cresciuti, e in seguito il gruppo si è spostato al cimitero di Sant’Anna per rendere omaggio a Dino. A seguire c’è stato il pranzo al ristorante Taverna Teate prima del calcio d’inizio all’Angelini. È stata anche consegnata una targa alla famiglia Di Michelangelo.
©RIPRODUZIONE RISERVATA.