CITTÀ SANT’ANGELO. È stata riaperta la strada provinciale a Città Sant’Angelo, il cui tratto che attraversa via Dell’Annunziata era chiuso dallo scorso 5 gennaio a causa del muro pericolante del condominio “La Panoramica”, che minacciava di cadere. La decisione è arrivata grazie all’ordinanza firmata dal sindaco Matteo Perazzetti nella serata di mercoledì, che ha consentito la riapertura della circolazione avvenuta ieri mattina.
La strada provinciale rappresenta uno snodo importante per la viabilità locale, partendo dalla Marina per poi salire verso il centro storico e arrivare fino a Elice. Proprio questo motivo, per mesi, la temporanea interdizione al traffico ha costretto gli automobilisti a percorsi alternativi non proprio comodi, ma del resto il rischio crollo del muro, accertato da un sopralluogo dei vigili del fuoco, avvenuto congiuntamente con gli uomini della polizia municipale proprio nel giorno in cui è stata dichiarata la chiusura, non consentiva una sicura circolazione. Anche la decisione dello stop al traffico e ai pedoni, arrivata il giorno prima dell’Epifania, era stata presa con ordinanza dal sindaco Perazzetti: poi, nel corso di questi sette mesi, ci sono stati una serie di incontri con l’amministratore del condominio interessato, tecnici e forze politiche, per arrivare alla messa in sicurezza. Anche l’opposizione è intervenuta a più riprese sulla questione per sollecitare l’avvio dei lavori, iniziati la scorsa primavera e conclusi pochi giorni fa.
Da ieri, dopo la rimozione dei blocchi e delle deviazioni che inibivano il passaggio, il traffico è tornato completamente regolare, in modo da rendere nuovamente comodo il collegamento tra la costa e le aree interne e soprattutto per dare respiro alla viabilità. «Sono felicissimo per la riapertura della strada, che serve una contrada andata in grande sofferenza nel corso di questi mesi», spiega il primo cittadino di Città Sant’Angelo Perazzetti. «Purtroppo il muro che la minacciava era pericolante, rappresentando un rischio concreto per la circolazione. Adesso l’auspicio è che non si ripetano più situazioni del genere perché inevitabilmente portano dei forti disagi». E conclude: «Sono molto felice di aver firmato l’ordinanza che ripristina la normalità su quello che un asse provinciale molto importante».
©RIPRODUZIONE RISERVATA