L’AQUILA. Il mondo universitario, l’intera città e il comune di Tornimparte in lutto per la scomparsa del professore Mario Aurelio Di Gregorio, docente dell’ateneo aquilano, dove aveva insegnato fino al 2020, prima di andare in pensione, nella facoltà di Scienze umane. Si è spento a 72 anni dopo una lunga malattia. Era nato a Milano. Dopo il sisma del 2009 si era trasferito a Tornimparte e qui aveva scelto di restare a vivere, insieme ai suoi amati gatti Willy e Mina. Aveva studiato nel capoluogo lombardo e allo University College di Londra, insegnando poi in varie città, da Milano a Cambridge, a Cape Town (Sudafrica), in Ohio, arrivando infine all’Aquila. Aveva girato il mondo, era di una grandissima cultura e umanità, amatissimo dai suoi studenti, che lo ricordano come “il Professore” per antonomasia.


Nello stesso giorno la città piange Barbara Vaccarelli (nella foto), di 59 anni, grafica e donna impegnata nel sociale, in primo piano nell’attivismo post-sisma. (r.s.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLO SUL CENTRO IN EDICOLA