COLLARMELE. Torna il festival dei giovani dell’Appennino e arriva il paesologo Franco Arminio. Dopo il successo della prima edizione anche quest’anno Collarmele ospiterà l’evento dedicato ai ragazzi che vivono nei piccoli borghi abruzzesi. Un momento di confronto che darà a tutti l’opportunità di raccontare sogni, speranze e difficoltà della vita di tutti i giorni. Per l’occasione tornerà a Collarmele anche Arminio, scrittore, poeta e paesologo come ama definirsi, con uno spettacolo previsto per sabato sera in piazza dell’Orologio che tirerà le somme degli interventi tenuti dalle delegazioni giovanili nel corso della giornata. Dopo la prima edizione dello scorso anno, lo scrittore ha subito espresso la sua volontà di diventare consulente scientifico della manifestazione, convinto che «se coltivata, potrà coinvolgere tutto l’Appennino fino all’Aspromonte». Nell’anfiteatro della piazza arriveranno giovani provenienti da dieci paesi di quattro regioni italiane, accompagnati da intermezzi musicali, agonistici e culturali.
La suggestiva cornice della piazza di Collarmele vedrà inoltre la presenza di circa venti stand del mondo enogastronomico, artigianale e culturale, uniti dall’attenzione, dalla valorizzazione del territorio e delle aree rurali. Spiccherà la presenza del Parco regionale Sirente Velino e del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, che quest’anno festeggia i suoi 100 anni di vita. Non mancheranno poi testimonianze, racconti e storie che arricchiranno la giornata. L’appuntamento è per sabato a partire dalle 9 fino a mezzanotte, a Collarmele. (e.b.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA .